La manifestazione

Cosa significa ScarpatettiArte e cosa si è proposto in questi anni. ScarpatettiArte è un “Manifesto” nato dalla tenace volontà di pochi ardimentosi che credevano possibile, e credono tutt’ora, creare vivibilità e visibilità culturale in un angolo di città bellissimo e poco conosciuto dagli stessi sondriesi. Scarpatetti e Arte, una simbiosi perfetta in un luogo unico, carico di fascino, suggestioni e atmosfere, altrove purtroppo irrimediabilmente scomparse. Portato avanti, con fatica e sacrificio, il progetto ha fatto i conti con un grande scetticismo, tante pacche sulle spalle e molto poco di economicamente concreto (vanno però citati con gratitudine quanti ci hanno dato fiducia e i pochi sponsor). Pare perciò miracoloso esser qui a dar vita nuovamente a questa manifestazione, che impegna chi organizza a cercare il giusto equilibrio di qualità e partecipazione per un evento che – non è da scordare – si svolge “en plein air” con tutti i risvolti che questo comporta. Per ottenere equilibrio e qualità è necessaria, anzi indispensabile, la collaborazione di artisti e amministratori e di quanti hanno a cuore la cultura, non solo quella paludata, quella “con il vestito buono”! Tutto ciò che crea cultura – anche e soprattutto dal basso in modo genuino e disinteressato – merita rispetto e valorizzazione… crediamo anche ScarpatettiArte.

Edizione 2015

La XVIII edizione si svolgerà il 18 e 19 luglio 2015.
Scarica il regolamento ed il modulo d'iscrizione

Novità

Vuoi iscriverti? Hai dubbi o domande? consulta le nostre FAQ

Iscrizione

Le iscrizioni alla manifestazione potranno essere effettuate compilando il modulo sul sito o quello allegato al bando .

Il programma 2015

Written by Silvana on . Posted in 2015

È tutto pronto per la XVIII edizione di ScarpatettiArte, l’atteso e amato appuntamento con l’arte e il centro storico di Sondrio organizzato dall’Associazione Culturale Scarpatetti in collaborazione con il Comune di Sondrio. Sabato 18 e domenica 19 luglio le vie del centro storico del capoluogo saranno animate da due giorni all’insegna di arte, musica, cultura, poesia e tradizione.
Ad arricchire questa edizione, venerdì 10 luglio verrà inaugurata la collettiva “Le anime di Scarpatetti”: la mostra, dedicata ai tre artisti che hanno vinto la passata edizione, accompagnerà la manifestazione fino al 19 luglio.
Inoltre tutti gli artisti anche di strada che desiderano partecipare, che siano musicisti o madonnari potranno trovare in Scarpatetti il loro palcoscenico.
L’ESPOSIZIONE
Come ogni anno cuore della manifestazione sarà l’esposizione artistica lungo la suggestiva via di Scarpatetti ed è proprio qui, passeggiando per la principale via del centro storico, che si potranno ammirare le opere in concorso. Aperta a tutti la Mostra Concorso permette di esporre più lavori realizzati con diverse forme di arte visiva: non ci sono né tema né vincoli di tecnica, ma solo il talento di chi espone. In palio un montepremi di 1900 euro, che sarà assegnato ai migliori artisti. Al primo classificato andranno 800 euro, al secondo 500 euro e al terzo 300 euro, e altri tre buoni acquisto di 100 euro.
Grande novità di questa edizione è che i tre vincitori avranno inoltre diritto ad esporre l’anno seguente, nella settimana corrispondente alla manifestazione, nelle prestigiose sale espositive delle cantine di palazzo Sassi de’ Lavizzari, sede del Museo Valtellinese di Storia e Arte di Sondrio, con una mostra personale.

SPETTACOLI ARTE DA STRADA | Sabato e Domenica dalle ore 16:00

“HORROR PUPPETS SHOW”
Nasce dall’idea di uno spettacolo di teatro di figura (marionette e burattini), adatto a tutte le età e costruito attraverso la ricerca del fantastico mondo dell’arte di strada.
El Bechin è il suo nome, come la sua professione d’altronde! Come becchino scarrozza i defunti di città in città, ravviva le strade suscitando orrore nella gente! I suoi scheletri sono molto più vivi di quanto si possa credere e provocano il sorriso quanto più tentino d’incutere paura!
Come risvegliare dal sonno più profondo questi burattini d’oltretomba? Naturalmente a tempo di musica, balli sregolati e una buona dose di follia.
Clown dalle storie macabre ma esilaranti, El Bechin, riesce dar vita a uno spettacolo davvero divertente dal quale lo spettatore viene magicamente catturato, uno spettacolo che fa tornare bambini.
Una commedia ricca di buffonerie o una danza dalle coreografie raccapriccianti? …Di certo una risata vi seppellirà.
“Le macchine incoscienti”
Nello spazio di pochi minuti il pubblico gioca con i classici della letteratura e le favole, rappresentandole con l’uso di oggetti quotidiani. È un’installazione, tra arte, gioco e teatro, composta da valige trasformate in teatrini di oggetti, una specie di teatro self-service che, divertendo, permette un approccio diverso agli oggetti di uso quotidiano che così via prendono nuova vita al servizio delle storie che raccontano.
Gli animatori materiali sono due persone qualunque che, come in un gioco di ruolo, prendono posto uno al di qua e l’altro al di là del rudimentale boccascena, assumendo le funzioni di Manovratore e Spettatore.

MUSICA
Sabato dalle ore 18:00
Il quartetto di Luca Zamponi, uno dei più talentuosi chitarristi emersi in Italia, e Monica Cerri, cantautrice e insegnante di Canto moderno, interpretazione e comportamento scenico, accompagnati dalla letale sezione ritmica composta da Zugnoni e Passarella, propone un repertorio a 360°, anche se il Pop, il Soul e la Black Music regnano sovrani, grazie alla estensione vocale della Cerri ed al coinvolgente virtuosismo di Zamponi.
Domenica dalle ore 18:00
BARACCONE EXPRESS – “Musica da anticamera”
Un ensemble dall’animo zigano e “stradaiolo”, che parte da musiche originali firmate Paolo Xeres e si allarga verso i sentieri di un repertorio che guarda ai suoni dell’est.
Dal Klezmer alla musica Rom e Gitana, passando per le strade dell’universo balkanico e mescolandosi con colonne sonore e richiami circensi.
“Baraccone express ” è una particolare formazione nata come brindisi all’arte di strada, ai personaggi surreali dei film di Fellini, al circo, all’intrattenimento d’altri tempi, alla musica dell’est, alle carovane degli zingari, al viaggio.
PAOLO XERES – cymbalon
LUCA RADAELLI – clarinetto
EDOARDO TOMASELLI – tromba
STEFANO MALUGANI – contrabbasso

POESIA | Sabato e Domenica
Nei due pomeriggi letture poetiche a cura di Massimiliano Greco con la partecipazione di altri poeti nella corte “dei sgabei” (cortile Bartesaghi)

Sabato 18 Luglio
Ore 17:00 Reading Poetico con accompagnamento musicale
Ore 20:30 Reading Poetico con spettacolo teatralmusicale

Domenica 19 Luglio
Ore 17:00 Reading Poetico con accompagnamento musicale a cui seguirà la presentazione del saggio ”La nostra identità, il caso Scarpatetti” di Massimiliano Greco
Ore 20:30 Premiazione in Piazza Quadrivio del ”II Concorso Nazionale di Poesia”
Ogni giornata poetica sarà un occasione per conoscere i poeti locali e l’opportunità di riassaporare le poesie che hanno fatto la storia, in un luogo suggestivo impreso d’arte e cultura.
L’ASSOCIAZIONE
Nata nel 2011, l’Associazione Culturale Scarpatetti promuove la socialità e la crescita culturale attraverso iniziative che si svolgono nel quartiere da cui prende il nome. L’Associazione Culturale Scarpatetti vuole esprimere la volontà e la tenacia di chi da sempre crede nell’importanza della visibilità culturale ed è aperta a quelle persone che per l’arte e la cultura condividono una vera passione.
La storia di questo quartiere e il suo legame con l’arte ne fanno un luogo ideale per vivere momenti di arricchimento sociale e culturale.

Premio aggiunto

Written by Silvana on . Posted in 2015

in riferimento al regolamento ScarpatettiArte 2015 si comunica la seguente aggiunta

PREMI E GIURIA
Una giuria scelta valuterà le opere e decreterà i vincitori. Il giudizio della giuria è insindacabile.
– Primo premio 800 euro al netto d’imposte
– Secondo premio 500 euro al netto d’imposte
– Terzo premio 300 euro. al netto d’imposte

I tre vincitori avranno inoltre diritto ad esporre l’anno seguente, nella settimana corrispondente alla manifestazione, nelle prestigiose sale espositive delle cantine di palazzo Sassi de’ Lavizzari, sede del Museo Valtellinese di Storia e Arte di Sondrio, con una mostra personale.
In quell’occasione i vincitori potranno anche partecipare alla manifestazione di ScarpatettiArte ed esporre i loro lavori lungo la via, ma non potranno prendere parte alla nuova edizione del concorso, per la quale dovranno attendere l’anno successivo.

Altri premi 3 premi del valore di 100 euro saranno assegnati dall’Associazione.
La premiazione avrà luogo domenica 19 alle ore 21.

ScarpatettiArte 2015: XVIII edizione

Written by Sergio on . Posted in 2015

L’Associazione Culturale Scarpatetti, in coorganizzazione con il comune di Sondrio, organizza la XVIII edizione di ScarpatettiArte.
La manifestazione avrà luogo sabato 18 e domenica 19 luglio 2015 con i seguenti orari: sabato dalle ore 15.00 alle ore 24.00 e domenica dalle ore 11.00 alle ore 23.30, nella suggestiva cornice di Scarpatetti, la contrada più caratteristica della città di Sondrio.
Una galleria di foto della via è visitabile sul sito www.scarpatetti.it.

ScarpatettiArte è un concorso a tema libero aperto a tutte le discipline artistiche che premia, tramite una giuria di esperti, gli artisti migliori in base alla loro produzione esposta nei due giorni di manifestazione.

L’iscrizione deve avvenire entro e non oltre l’16 luglio 2015. Per tutti i dettagli sulla partecipazione potete consultare il Regolamento 2015.

PREMI E GIURIA

Una giuria scelta valuterà le opere e decreterà i vincitori. Il giudizio della giuria è insindacabile.

– Primo premio 800 euro al netto d’imposte
– Secondo premio 500 euro al netto d’imposte
– Terzo premio 300 euro. al netto d’imposte

Altri premi 3 premi del valore di 100 euro saranno assegnati dall’Associazione.
La premiazione avrà luogo domenica 19 alle ore 21.

I Vincitori di ScarpatettiArte 2014